Nas-Cëtta Del Comune Di Novello

 

Un autoctono unico

La Nas-cetta di Novello è un omaggio al territorio di Novello, un valore aggiunto alla varietà dei vini di Langa ed è figlio di un vitigno tutto novellese, quasi scomparso fino a pochi anni fa.

Questo vino bianco si è posto da subito al centro dell’attenzione produttiva Le Strette, che nel 1997 inizia a sperimentare piccole partite e, nel 1999, commercializza le prime 800 bottiglie, collocandosi tra i pionieri della riscoperta.

Nel 2010, dopo un iter, a cui Le Strette ha contribuito in modo importante, il “Langhe Nas-cetta del comune di Novello” ottiene il riconoscimento ufficiale di sottozona, regolamentata da un suo disciplinare di produzione, che ne sancisce la storicità nel Comune d’origine (da cui l’uva deve provenire integralmente), nonché  la purezza di impiego nella vinificazione.

NEL VIGNETO

Vitigno Nas-cëtta (Antico vitigno autoctono)
Accurata lavorazione manuale
Equilibrio tra foglie e grappoli per sfruttare l’esposizione solare del vigneto

IN CANTINA

Fermentazione lenta e regolare.
Affinamento in acciaio.
Imbottigliamento in tarda primavera

NEL BICCHIERE

Profilo aromatico complesso: ricorda i fiori, il miele d’acacia, agrumi ed erbe
Al palato è sapido, ha buona struttura e ottima longevità, probabilmente figlie della sua parentela col Nebbiolo.

A TAVOLA

Ideale con gli affettati, i formaggi freschi, i primi piatti delicati e gli antipasti di verdure e di pesce.